„Il posto migliore per nascondere qualsiasi cosa è in piena vista.“ —  Edgar Allan Poe

Parafrasando lo scrittore statunitense è più o meno quello che accadde alla Surtees alla Race of Champions di Brands Hatch del 1976. Quell’anno infatti la piccola squadra britannica fondata proprio da John Surtees – l’unico pilota ad aver conquistato un titolo in Formula 1 e nel Motomondiale – si presentò ai nastri di partenza con enormi scritte Durex sul musetto e sulle fiancate della sua TS19. Ciò fu possibile grazie all’accordo con la London Rubber Company di cui Durex era uno dei marchi.

La presenza del produttore di profilattici creò una vera e propria ribellione fra le emittenti televisive che dovevano trasmettere l’evento, BBC in primis. In realtà il ricatto dei broadcaster non era dovuto a motivi etici (come comunicato) ma a un braccio di ferro tra il sistema radio-televisivo – che voleva mantenere il monopolio degli sponsor – e le scuderie che volevano invece sfruttare le carrozzerie per ospitare marchi e colori via via sempre più estesi. Alla Surtees fu chiesto di rimuovere gli adesivi pena la mancata trasmissione dell’evento. La scuderia rifiutò e anche Tyrrell, McLaren e le altre squadre non cedettero alle pressioni della televisione di stato. La BBC spense le telecamere e abbandonò l’autodromo: la gara si corse quindi senza una copertura mediatica.

Risultati

Paradossalmente la mancanza di una cronaca generò ulteriore curiosità sull’evento e Durex ne trasse un’insperata pubblicità, tant’è che ancora oggi quell’evento viene ricordato.

Per la cronaca la Surtees conquistò anche il secondo posto con Alan Jones dietro alla Mclaren di James Hunt e dopo aver a lungo condotto la corsa. Il sodalizio tra team e sponsor proseguì per tutto il 1976 ma con risultati più modesti. La Surtees raggiunse il decimo posto finale nella classifica costruttori con 7 punti complessivi conquistati.

Le opportunità per guadagnare visibilità sono molteplici e un’agenzia esperta nel settore è in grado di crearle e gestirle al meglio. Scopri di più nella sezione dedicata.

Privacy Policy