Nei giorni scorsi Repsol e Honda hanno annunciato il rinnovo del loro storico sodalizio per un’ulteriore stagione. La sponsorizzazione della casa petrolifera iberica ha generato una delle colorazioni più iconiche nel panorama motociclistico e non ed è ad oggi probabilmente la più riconoscibile.

Questo perché, al netto di alcune modifiche apportate anno dopo anno, la radice della livrea è rimasta grosso modo la stessa da 30 anni a questa parte.

Pochissime sono state le eccezioni e di una di queste ricorre il quattordicesimo anniversario proprio in occasione dell’ultima gara della stagione a Valencia.

Era il 2008 quando le RC212V di Daniel Pedrosa e Nicky Hayden hanno abbandonato il classico mix di arancio, rosso e blu scuro in favore di uno schema completamente bianco. A spezzare longitudinalmente il tutto un paio di sottili bande ( una rossa e l’altra azzurra) e una grande tabella portanumero tondeggiante sul cupolino.

Escuderia Repsol

Escuderia Repsol

Motivo di questa scelta era la commemorazione del quarantesimo anno di attività di Repsol nel campo agonistico. Per farlo si è scelto di replicare lo schema cromatico portato in gara dalle prime auto della Escuderia Repsol alla fine degli anni 60. Questa scuderia era attiva nel campo dei rally e portava in gara Bmw 2002 Turbo, Porsche 911 Carrera, Renault 8 TS e molte altre ancora. Tutte erano caratterizzate da carrozzerie immacolate con le 2 strisce a percorrere l’intera lunghezza del veicolo, dal paraurti anteriore fino al posteriore, leggermente disassate verso destra.

Il logo dell’azienda era all’epoca una semplice R maiuscola all’interno di una forma circolare blu a sua volta circondata da un anello concentrico rosso. Repsol era infatti il marchio di lubrificanti e carburanti prodotti da “Repesa” Refinería de Petróleos de Escombreras.

L”abito” ha portato fortuna al team con Pedrosa protagonista di un podio e Hayden quinto al traguardo alla sua ultima apparizione sulla moto giapponese prima di passare in Ducati.

Se vuoi conoscere altre storie interessanti sul mondo delle sponsorizzazioni nel motorsport segui il nostro blog!

 

Privacy Policy